GEOTERMIA

Il calore viene prelevato dal terreno attraverso tubature in rame rivestite in polietilene o in plastica all’interno delle quali circola il fluido frigorigeno e arriva all’abitazione attraverso un circuito di distribuzione idraulico (qualsiasi sistema che utilizzi l’acqua come vettore di riscaldamento).

Esistono due tipi di sensori a seconda del terreno:

– Sensore orizzontale a forma di serpentina interrato ad una   profondita’ di 60 cm.
– Sonda verticale la cui profondita’ puo’ raggiungere i 100 metri,   consigliando nel caso in cui la superficie disponibile esterna non   risulti sufficiente.